You Are Here: Home » Attualità » Filippo Gagliardi, un sì che cambia tutto

Filippo Gagliardi, un sì che cambia tutto

Filippo Gagliardi, un sì che cambia tutto

Filippo Gagliardi, un sì che cambia tutto

Sabato 11 Ottobre, Milano. Finalmente ritrovo alcuni colleghi di lavoro e compagni di master dopo mesi di distacco forzato a causa di numerose attività lavorative, ormai concluse. Una bella giornata, passata in compagnia tra uno scambio di idee progettuali e la visita alla mostra di Chagall a Palazzo Reale. Un weekend come tanti, in cui i pensieri corrono liberi nella mente, senza grandi aspettative ma con la voglia di vivere semplicemente un giorno nell’attesa di ciò che di bello può capitarti! Il regalo inaspettato di un caro amico mi porta, proprio in quella giornata, a “scontrarmi” con una storia che non conoscevo prima e che, solo dopo averla letta nella sua interezza, mi ha condotto con forza a riformulare letteralmente il mio modo di concepire la sofferenza e le fatiche quotidiane.

“Volevo dirgliene quattro”, la storia di Filippo Gagliardi, raccontata da Ilaria Nava, non è la testimonianza di un supereroe scelto da Dio per ricordarci che tutti noi siamo limitati, sfiduciati e senza speranza…anzi…è la sequenza perfetta di un film che proietta in noi un modo autentico e forse inaspettato di guardare all’esistenza, qualunque cosa ci accada nel futuro! Non stiamo parlando di santi da imitare, ma di uomini con debolezze e fragilità che hanno capito il vero senso della vita, affidando tutto il loro essere a Dio, in un dialogo fraterno e amicale fatto di amore, contrasto, allontanamento e profonda fiducia nell’Altro.

Chi è Filippo Gagliardi? Un giovane trentenne, ingegnere di Intra (Verbania), sposato con Anna da pochi mesi e in attesa di diventare padre di Luca. La sua quotidianità è fatta di vita familiare, lavoro, oratorio, attività con gli amici e servizio alla comunità. Ok…!! Un bravo ragazzo tutto “casa e Chiesa” come si direbbe dalle mie parti. Ma non fermiamoci all’apparenza delle cose e al pregiudizio, andiamo oltre! Filippo è una persona attenta al prossimo, sempre disponibile e che lotta per un futuro sereno….ma un giorno capisce che tutto questo può cambiare in un attimo, semplicemente ricevendo la notizia di un male incurabile che in pochi mesi lo porterà via da quel mondo che si è costruito con anni di sacrificio.

Direte: “Ma che storia è?”, “Che senso ha?”, “Che crudeltà immane”. Sono tutte domande lecite, che mi sono fatto anch’io, ma la lettura profonda delle testimonianze raccolte in questo libro mi ha portato a riformulare questi quesiti e a crearne uno nuovo: “Che tutto questo abbia veramente un senso?”.

La risposta è si! Ci sono differenti modi di affrontare le difficoltà della vita e credo che nessuno di noi possa giudicare fino in fondo le scelte altrui senza conoscere le reali condizioni della persona e la storia che l’ha portata a crescere e a maturare negli anni. Ognuno ha un percorso diverso, fatto di gioie, paure, speranze, scelte a volte difficili: tante strade, più o meno tortuose, che conducono alla stessa meta…ma in alcune di queste riconosciamo quello sguardo semplice e concreto che solo una fede matura può dare, nonostante la giovane età. Il cammino di Filippo nè è un esempio: lui, nel momento più difficile della propria vita è riuscito a dire: “All’inizio volevo dirgliene quattro…[riferendosi a Dio], poi ho capito che Lui “carica” la croce su chi può sopportarla (anche se ne facevo a meno)…quindi gli ho affidato tutto: me, il piccolo e Anna”.

E allora capisci che qualcuno è in grado di cambiare le cose…e non solo a parole! Un libro che vi consiglio con tutto il cuore!

Filippo Gagliardi, un sì che cambia tutto

VOLEVO DIRGLIENE QUATTRO Storia di Filippo Gagliardi Edizioni San Paolo

About The Author

giornalista e media educator

Number of Entries : 2

© 2013 Powered By MetUp

Scroll to top